fbpx

I due volti del Ginseng

Che sia sotto forma di caffè, tè, liquore o radice pura, tutti voi avrete sicuramente sentito parlare o provato in prima persona, il ginseng. Diversi studi hanno dimostrato la sua efficacia nel trattamento di alcune particolari patologie, ma a volte, se non assunto e dosato in modo giusto, il ginseng può portare anche effetti spiacevoli. Andiamo ora ad analizzarne i benefici.

Il ginseng e le sue proprietà benefiche

Il ginseng è un’erba che vanta una storia più che millenaria! Dalla sua comparsa a oggi ha trovato impiego in molte condizioni. Il Panax è la tipologia di ginseng più comunemente usata e studiata, all’interno delle sue radici troviamo delle sostanze chiamate ginsenosidi. Essi sono il principale componente attivo del ginseng e si ritiene abbiano effetti antiossidanti, neuroprotettivi e antitumorali. Inoltre, studi sperimentali e analisi delle proprietà farmacologiche hanno dimostrato che alcuni prodotti erboristici, tra i quali il ginseng, migliorano l’efficienza fisica e mentale dell’uomo.

Oltre queste proprietà, largamente conosciute, esistono diversi usi per il ginseng, questo grazie ai suoi effetti a livello del sistema nervoso e per le sue qualità antiossidanti. Infatti, per via delle sue sue proprietà, il ginseng è diventato un popolare integratore per il trattamento delle malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, il morbo di Huntington e l’ischemia cerebrale. A prova di ciò, abbiamo analizzato un recente studio su individui di età compresa tra i 50 e i 75 anni con lieve deterioramento cognitivo diagnosticato. I risultati hanno dimostrato che il trattamento con 3 grammi al giorno di polvere di Panax ginseng, per 6 mesi, ha portato a un miglioramento delle prestazioni cognitive. Ulteriori usi del ginseng sono dovuti ai suoi effetti antipertensivi, cardioprotettivi e antitumorali.

Come assumere il ginseng

Il ginseng si assume, in genere, per via orale sotto forma di pillole o di tè. Esistono tre tipi di ginseng commerciale: coreano, cinese e americano. La dose giornaliera raccomandata, sotto forma di radice di ginseng secca, è tra i 0,5 grammi e i 2 grammi per il dosaggio a breve termine e di 1 grammo per il dosaggio a lungo termine.

Un’erba da usare con cautela

Non è tutto oro ciò che luccica, infatti i farmaci e gli integratori a base di erbe, oltre a dover essere sempre assunti alle giuste dosi, dovrebbero in ogni caso essere discussi con il proprio medico. È stato osservato, infatti, che il ginseng può avere un effetto anticoagulante, per questo motivo è controindicato per chi fa già uso di farmaci anticoagulanti. Inoltre, il ginseng, in particolare quello asiatico, diminuisce l’efficacia di alcuni farmaci per l’HIV, antipertensivi, statine e antidepressivi. Per questo motivo chi fa uso di tali farmaci dovrebbe avvisare il proprio medico e tenere sotto monitoraggio la terapia. Oltre a ciò, sono state riscontrate anche alcune reazioni avverse come, a titolo di esempio, mal di testa e alterazioni della pressione sanguigna.

Conclusioni

Il ginseng, quindi, risulta essere un’erba molto utile sia in condizioni di salute ottimali che in determinate patologie. Ma, come in ogni cosa e specialmente in questo caso, bisogna assumere il ginseng con il giusto criterio, e sotto la supervisione di un medico, specialmente se si vuole intraprendere una terapia mirata.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Fonti:

  1. StatPearls Publishing; 2021 Jan. Ginseng. Chelsea Cambria, Sarah Sabir, Ivan C. Shorter.
  2. J Ginseng Res. 2013 Apr; 37(2): 144–166. doi: 10.5142/jgr.2013.37.144. Actoprotective effect of ginseng: improving mental and physical performance. Sergiy Oliynyk and Seikwan Oh.
  3. Transl Clin Pharmacol. 2019 Sep; 27(3): 92–97. Published online 2019 Sep 30. doi: 10.12793/tcp.2019.27.3.92. Cognition enhancing effect of panax ginseng in Korean volunteers with mild cognitive impairment: a randomized, double-blind, placebo-controlled clinical trial. Key-Chung Park, Hui Jin, Renhua Zheng, Sehyun Kim, Seung-Eun Lee, Bo-Hyung Kim, and Sung-Vin Yim.

Condividi questo Articolo

Ultime Pubblicazioni

I nostri articoli sono sempre supportati da ufficiali pubblicazione scientifiche, e hanno lo scopo di far conoscere al paziente, le sostanze alimentari atte a supportare le normali funzioni fisiologiche del nostro corpo.

Il cioccolato, un vecchio amico contro lo stress

Sapevate che lo stress può essere ridotto attraverso il consumo di cioccolata? Diversi recenti studi lo hanno dimostrato! Ma andiamo con ordine. Il cacao presenta molti effetti benefici per l’organismo, per esempio contribuisce al normale flusso sanguigno ed è ritenuto un elemento importante nel contesto di una dieta bilanciata, inoltre, ricco di flavonoidi, agisce attraverso il potenziamento della difesa antiossidante dell’organismo, andando così a contrastare i radicali liberi generati dallo stress.

Enfarma, Il tuo benessere prima di tutto

CONTATTACI

Contatti

Visita la pagina Contatti
Tel. +39 095464968
Fax. +39 095 309856
e-mail: info@enfarma.it
Modello Organizzativo

Seguici sui Social

Disclaimer

Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro, presidi medico chirurgici e medicinali da banco, si avvisa l’utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.

2021-04-26T11:03:15+02:00
Torna in cima