fbpx

L’integrazione di ferro può migliorare la performance sportiva? Dipende dalla ferritina

Il ferro è un minerale essenziale per il trasporto dell’ossigeno ai tessuti che svolge anche fondamentali funzioni nel metabolismo, nella respirazione e nella funzione immunitaria. Ancor più può esserlo nell’attività sportiva che ha come presupposto un aumento del consumo di ossigeno.

Per tale ragione da tempo ci si interroga se l’integrazione di ferro è in grado di migliorare le performance sportive. Nel tentativo di fornire una risposta scientificamente solida alcuni scienziati canadesi hanno recentemente pubblicato una revisione sistematica che ha selezionato, dalla pur vasta letteratura disponibile, 12 studi (per un totale di 283 soggetti) condotti con elevato rigore metodologico.

Purtroppo la risposta rimane del tutto sospesa. Infatti, in 6 dei suddetti studi è stato osservato un incremento delle performance, mentre negli altri 6 non è stato osservato nessun miglioramento. Gli autori spiegano che gli studi, se pur condotti in modo appropriato, erano difficili da confrontare perché piuttosto eterogenei.

Tuttavia, la revisione conclude che, a prescindere da altri fattori, quali tipo e sesso dell’atleta e disciplina sportiva, l’integrazione risulta efficace nel migliorare la performance degli atleti che riportavano valori di ferritina inferiori a 20 μg/L.

Si conferma quindi l’importanza di monitorare la ferritina intervenendo quando i valori scendono al di sotto della soglia di 20 μg/L pur se in presenza di valori normali di emoglobina e ferro circolante.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Fonte: Rubeor A. et al. Sports Health 2018 10:400-405.

Condividi questo Articolo

Il giusto apporto di Ferro in forma Liposomiale e Vitamina C

scopri di più

Ultime Pubblicazioni

I nostri articoli sono sempre supportati da ufficiali pubblicazione scientifiche, e hanno lo scopo di far conoscere al paziente, le sostanze alimentari atte a supportare le normali funzioni fisiologiche del nostro corpo.

Carenza di Ferro e Anemia

Spesso è sottovalutata, a volte non si è consapevoli di averla, ma la carenza di ferro è il disturbo nutrizionale più comune al mondo! Cerchiamo di capire, quindi, che cosa comporta di preciso questa condizione e che misure adottare.

Una Tiamina analcolica, grazie!

La Tiamina (Vitamina B1 o Aneurina) è stata la prima vitamina identificata (nel 1937), e ricopre l’importante ruolo di coenzima in parecchie reazioni biochimiche utili a convertire il glucosio in energia, agendo principalmente sul metabolismo dei carboidrati.

Enfarma, Il tuo benessere prima di tutto

CONTATTACI

Contatti

Visita la pagina Contatti
Tel. +39 095464968
Fax. +39 095 309856
e-mail: info@enfarma.it
Modello Organizzativo

Seguici sui Social

Disclaimer

Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro, presidi medico chirurgici e medicinali da banco, si avvisa l’utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.

2021-02-12T14:45:49+01:00
Torna in cima