fbpx

Il carcinoma della vescica. L’utilità degli isotiocianati

Il carcinoma della vescica è una forma di tumore sempre più diffusa, che in Italia colpisce ogni anno oltre 25.000 persone. Insorge generalmente tra i 55-70 anni mentre i principali fattori di rischio sono il fumo e l’esposizione prolungata a composti chimici industriali. Nonostante questi dati allarmanti, recenti studi epidemiologici hanno dimostrato che un abituale consumo di isotiocianati, molecole largamente presenti nelle crucifere (broccoli, cavolfiori, rucola..) riduca del 40% il rischio di tumore della vescia. Questi composti, una volta ingeriti, giungono alla vescica dove svolgono un ruolo antinfiammatorio e modulatorio su enzimi e geni chiave, per poi essere escreti con l’urina. Considerata l’elevata biodegradabilità degli isotiocianati si consiglia di effettuare cotture brevi e a basse temperature oltre che masticare bene ogni boccone.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Fonte: Abbaoui B. et al., Cruciferous Vegetables, Isothiocyanates, and Bladder Cancer Prevention, Mol Nutr Food Res. 2018

Condividi questo Articolo

Ultime Pubblicazioni

I nostri articoli sono sempre supportati da ufficiali pubblicazione scientifiche, e hanno lo scopo di far conoscere al paziente, le sostanze alimentari atte a supportare le normali funzioni fisiologiche del nostro corpo.

Enfarma, Il tuo benessere prima di tutto

CONTATTACI

Contatti

Visita la pagina Contatti
Tel. +39 095464968
Fax. +39 095 309856
e-mail: info@enfarma.it
Modello Organizzativo

Seguici sui Social

Disclaimer

Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro, presidi medico chirurgici e medicinali da banco, si avvisa l’utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.

2020-12-18T11:08:59+01:00
Torna in cima