fbpx

La birra, un’amica inaspettata

Bere un boccale di birra con gli amici, specialmente tra i giovani, è ormai diventato una tradizione anche nel nostro paese. Negli ultimi anni l’attenzione verso questa bevanda è aumentata in modo esponenziale. Infatti, sono nati numerosi e diversi produttori artigianali di birra e in breve tempo è passata da bevanda di massa a ricercata e sempre più particolare. Ma la birra non è solo una bevanda da festa tra amici o schitarrate in spiaggia, infatti diversi studi hanno dimostrato che può anche avere effetti benefici sul nostro corpo.

La birra

In generale, la birra è prodotta della fermentazione dei cereali ed è composta per il 90% da acqua e per il restante 10% da zuccheri, sali minerali, vitamine, amminoacidi, alcool e polifenoli. Oltre ai polifenoli derivati dall’orzo e dal luppolo, altri ingredienti della birra, aggiunti per conferire aromi aggiuntivi, contribuiscono al contenuto polifenolico e quindi al suo effetto benefico sul corpo umano.

Per quanto riguarda la componente alcolica, sono disponibili diversi tipi di birra con una gradazione alcolica compresa tra circa il 3,5 e 10%. È stato documentato che il consumo eccessivo di alcol esercita molteplici conseguenze sulla salute umana. Ma oltre ai ben noti effetti nocivi dell’abuso di alcol, il reale impatto dell’assunzione moderata di birra è più complesso da chiarire.

Un consumo moderato di birra è definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) fino a una lattina di 330 ml di birra, contenente circa il 5% di gradazione alcolica, al giorno per le donne e fino a 2 per gli uomini.

Gli effetti benefici della birra

Diversi studi epidemiologici hanno descritto una correlazione tra l’assunzione di alcol e le malattie cardiovascolari, descrivendo una combinazione di effetti benefici e dannosi correlata alla dose. I bevitori moderati, infatti, mostrano un rischio cardiovascolare inferiore rispetto sia ai forti bevitori che agli astemi. Un consumo moderato di alcol, infatti, sembra avere effetti benefici sulla salute generale. Rimanendo nel contesto cardiovascolare numerosi meccanismi in relazione all’alcool potrebbero essere collegati: come l’aumento delle HDL (colesterolo buono), la diminuzione delle LDL (colesterolo cattivo), la riduzione dell’aggregazione piastrinica, effetti benefici sull’infiammazione, anti-aterogenesi e azioni antitrombotiche.

Uno studio sugli effetti del consumo moderato di birra sulla salute umana è stato condotto da una giuria internazionale di esperti. I parametri di riferimento sono stati quelli di un consumo basso-moderato (fino a 1 bevanda al giorno nelle donne, fino a 2 negli uomini). Dai risultati è emerso, quindi, che consumo di birra senza eccessi (binge drinking), ridurrebbe il rischio di malattie cardiovascolari.

Inoltre, ulteriori effetti positivi del consumo moderato di alcol, sul tasso di mortalità, sono stati riportati dalla fine degli anni ’70. Essi sono stati successivamente esaminati e confermati in diversi altri articoli. Anche la birra, quindi, rientrerebbe tra le bevande alcoliche che hanno un effetto benefico per la salute umana se assunte in modo corretto.

Conclusioni

La composizione eterogenea della birra rappresenta una delle sfide più interessanti nella valutazione degli effetti delle bevande alcoliche sulla salute umana. Infatti, un ipotetico effetto benefico della birra potrebbe essere dovuto all’azione del solo alcool o dal suo contenuto di polifenoli, come anche all’azione sinergica di entrambi. Azione, che sembrerebbe essere la principale responsabile dell’effetto antinfiammatorio e antiossidante di questa bevanda.

Dai risultati ottenuti, quindi, non sembrerebbe esserci una controindicazione al consumo moderato di birra. Se quindi pensavate di bere, una-tantum e con criterio, una buona birra con gli amici, potete farlo consapevoli del fatto che questa bevanda potrebbe persino influire positivamente sulla vostra salute! Ricordatevi però che la birra è pur sempre una bevanda alcolica, come tale va quindi bevuta responsabilmente e dopo averla assunta non bisogna mai mettersi alla guida di veicoli!

ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

Fonti:

1. PLoS One. 2020; 15(6): e0233619. To beer or not to beer: A meta-analysis of the effects of beer consumption on cardiovascular health. Giorgia Spaggiari, Angelo Cignarelli, Andrea Sansone, Matteo Baldi,Daniele Santi..

2. Nutr Hosp. 2018 Sep 7;35(Spec No6):41-44. Effects of moderate beer consumption on health. Noemí Redondo, Esther Nova, Ligia E Díaz-Prieto, Ascensión Marcos.

3. Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2016 Jun;26(6):443-67. Effects of moderate beer consumption on health and disease: A consensus document. G. de Gaetano, S. Costanzo, A. Di Castelnuovo, L. Badimon, D. Bejko, A. Alkerwi, G. Chiva-Blanch, R. Estruch, C. La Vecchia, S. Panico, G. Pounis, F. Sofi, S. Stranges, M. Trevisan, F. Ursini, C. Cerletti, M. B. Donati, L. Iacoviello.

Condividi questo Articolo

Ultime Pubblicazioni

I nostri articoli sono sempre supportati da ufficiali pubblicazione scientifiche, e hanno lo scopo di far conoscere al paziente, le sostanze alimentari atte a supportare le normali funzioni fisiologiche del nostro corpo.

Succo di pompelmo: croce e delizia di alcune terapie farmacologiche

Colorato, gustoso e ricco di benefici. Il pompelmo rappresenta una validissima risorsa per il benessere dell’organismo... ma è essenziale prestare attenzione ai farmaci che si assumono, domandando di volta in volta al proprio medico se esistano eventuali interazioni tra la terapia farmacologica che si sta seguendo e il succo di frutta dalle mille potenzialità che si desidera assumere.

Enfarma, Il tuo benessere prima di tutto

CONTATTACI

Contatti

Visita la pagina Contatti
Tel. +39 095464968
Fax. +39 095 309856
e-mail: info@enfarma.it
Modello Organizzativo

Seguici sui Social

Disclaimer

Ai sensi delle Nuove Linee guida del Ministero della Salute del 28/03/2013, relative alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro, presidi medico chirurgici e medicinali da banco, si avvisa l’utente che le informazioni ivi contenute sono esclusivamente rivolte agli operatori professionali.

2021-05-17T12:48:19+02:00
Torna in cima